Pittura piacentina: Franco Corradini
Flaminio Gualdoni lo descrive come "pittore di luce"
Pittura piacentina: Franco Corradini
Pittore e incisore, espone dal 1969.
È nato nel 1945 a Borgonovo, Piacenza, dove vive e ha lo studio nella ex Chiesa e sacrestia di San Pietro Apostolo.

Ha frequentato le Scuole d’Arte di Basilea e di Venezia, e ha insegnato per molti anni xilografia e incisione al Liceo Artistico Sperimentale di Piacenza.

Dal 1988 fa parte degli artisti della galleria Carzaniga & Ueker di Basilea. Le sue opere sono state esposte in numerose capitali europee, tra cui: Parigi, Praga, Basilea, Barcellona, Berlino, Zurigo, Lugano, Milano, Venezia, Genova. I suoi lavori figurano in diverse collezioni pubbliche, sia in Italia che all’estero. Nel campo dell’arte sacra, l’artista ha realizzato cicli di dipinti e di vetrate nelle Diocesi di Piacenza, Bobbio, Modena, Milano, Tortona, Perugia, Rieti, Bologna.

Sue opere sono conservate in diverse collezioni:

Piacenza, Galleria d’Arte Moderna Ricci Oddi
Milano, Raccolta Bertarelli – Castello Sforzesco
Genova, Museo di Villa Croce
Cincinnati, Kerlan Collection
Venezia, Istituto Romeno di Cultura
Aosta, Pinacoteca Comunale
Mede Lomellina, Pinacoteca Civica
Parigi, BIMC – Biblioteca Internazionale Musica

Contemporanea
Zagabria, Galleria d’Arte Moderna
Carpi, Raccolte di Castello dei Pio
Ferrara, Museo dell’Illustrazione
Treviso, Museo Bailo
Basilea, Collezione Hoffmann – La Roche
Basilea, Centro Viollier AG
Trezzano s/n, Ex-Libris Museum
Gerusalemme, Biblioteca Museo della Shoah
Venezia, Comunità Ebraica
Piacenza, Università Cattolica, Auditorium
San Pietro in Cerro (PC), MIM Museum in Motion




condividi questa pagina
Cerca nel sito

  • Tortelli con gli spinaci o turtÚi
    detti anche tortelli con la coda
    Ŕ il pi¨ noto piatto di magro piacentino, un primo che non pu˛ mancare nei men¨ delle specialitÓ piacentine, da provare anche con la variante del sugo ai funghi...
    Pubblicata il 08/10/2012
  • Sprelle o CiÓciar
    chiacchere in dialetto piacentino
    forma dialettale del termine "chiacchere", le sprelle sono un dolce tipico piacentino del periodo del carnevale
    Pubblicata il 08/10/2012
  • Pulŕinta c˘nsa
    servita con con polpa di manzo tritata
    la polenta concia (o condita) Ŕ una seconda portata che pu˛ fare anche da piatto unico, tipica specialitÓ piacentina della stagione fredda...
    Pubblicata il 08/10/2012
  • PisarŔi e fas˛
    il pi¨ rinomato tra i piatti tipici piacentini
    Ŕ la specialitÓ piacentina per eccellenza a base di gnocchetti e fagioli, con sugo di pomodoro e pancetta...
    Pubblicata il 08/10/2012
  • Lumache
    un piatto piacentino della tradizione pi¨ contadina
    piatto molto gustoso e sostanzioso che richiede una preparazione particolarmente attenta...
    Pubblicata il 08/10/2012

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalitÓ illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti allĺuso dei cookie.
Maggiori informazioniOK