• » Luoghi ameni in Piacenza cittÓ
Scorci suggestivi a Piacenza cittÓ
Luoghi ameni in Piacenza cittÓ
Piacenza centro storico - Piazza CavalliLa visita alla città di Piacenza e alla sua provincia si svolge in un continuo susseguirsi di forti emozioni. Luoghi ameni si celano tra le piccole strade del centro storico cittadino, per essere scoperti tra le mura del bellissimo Palazzo Gotico, oppure ammirando i cavalli del Mochi che danno il nome alla principale Piazza dei Cavalli. Poi si ritrovano altri scorci ameni passeggiando per Via Calzolai, Piazza Borgo, Via Garibaldi per giungere in Largo Battisti. Si prosegue poi per il Corso Vittorio Emanuele e, senza perdere le piccole stradine laterali che si aprono da una parte e dall'altra, si può arrivare fino alla classica passeggiata piacentina detta "Facsal", una bella strada pedonale immersa nel verde delle alte piante. Panchine e sedute invitano alla sosta per apprezzarne il silenzio e la quiete, mentre fanno compagnia la vista di tanti bambini con le loro mamme, magari impegnati in una piacevole biciclettata. Si ritorna verso il cuore della città attraverso una delle più antiche arterie nota come Stradone Farnese, per scorgere la bellezza di Piazza Sant'Antonino e della sua omonima basilica. La tappa successiva, in questo excursus piacentino tra palazzi storici ed antiche chiese, è la Piazza del Duomo, caratterizzata dai portici che si affacciano al Palazzo del Governatore che si erge a fianco della cattedrale titolata a Santa Maria Assunta.
Un'altra tappa che non può mancare nella visita di Piacenza è il suo grande fiume, che scorre nei pressi del centro cittadino, al termine di via Cavour, dove si ammira il nuovo ponte sul Po. Le acque del fiume che scendono da più a nord, che delimitano il confine dell'Emilia con la Lombardia, sono uno degli emblemi di questo territorio, uno degli scorci più ameni di questa città.
Sono tanti i luoghi che questa bella città conserva e custodisce per offrirli, con la giusta discrezione che è tipica anche delle sue genti, a chi ha occhi che sanno scorgere, anche tra le più piccole fessure, visioni di beltà, piacevoli immagini, scorci ameni, per un clik di ricordi...



condividi questa pagina
News Infonet
Cerca nel sito

  • Tortelli con gli spinaci o turtÚi
    detti anche tortelli con la coda
    Ŕ il pi¨ noto piatto di magro piacentino, un primo che non pu˛ mancare nei men¨ delle specialitÓ piacentine, da provare anche con la variante del sugo ai funghi...
    Pubblicata il 08/10/2012
  • Sprelle o CiÓciar
    chiacchere in dialetto piacentino
    forma dialettale del termine "chiacchere", le sprelle sono un dolce tipico piacentino del periodo del carnevale
    Pubblicata il 08/10/2012
  • Pulŕinta c˘nsa
    servita con con polpa di manzo tritata
    la polenta concia (o condita) Ŕ una seconda portata che pu˛ fare anche da piatto unico, tipica specialitÓ piacentina della stagione fredda...
    Pubblicata il 08/10/2012
  • PisarŔi e fas˛
    il pi¨ rinomato tra i piatti tipici piacentini
    Ŕ la specialitÓ piacentina per eccellenza a base di gnocchetti e fagioli, con sugo di pomodoro e pancetta...
    Pubblicata il 08/10/2012
  • Lumache
    un piatto piacentino della tradizione pi¨ contadina
    piatto molto gustoso e sostanzioso che richiede una preparazione particolarmente attenta...
    Pubblicata il 08/10/2012

Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalitÓ illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti allĺuso dei cookie.
Maggiori informazioniOK